News

29.06 2016 - Martinsbrunn va incontro ad un futuro sicuro


La Casa di Cura Fonte S. Martino, gestita da 75 anni dalle Suore della Carità va incontro a un futuro sicuro grazie a un nuovo orientamento strategico. Le suore - che da anni lamentano uno scarso afflusso di novizie - passano le redini dell`esercizio nelle mani dell'esperta "Fondazione S. Elisabetta". Assicurano così la continuità di questa istituzione storica altoatesina mantenendo gli ideali e l'indirizzo della comunità garantendo oltre 100 posti di lavoro.

 

 

Dopo 75 anni di gestione da parte delle Suore della Carità di Merano, il timone della Fonte S. Martino passa quindi alla Fondazione S. Elisabetta, fondata nel 2009 da Caritas, dalla Diocesi e dalla "Stiftung Liebenau". Agisce su incarico della Diocesi ed è un punto di riferimento importante per molti ordini religiosi per quanto riguarda la gestione di enti ecclesiastici. I punti chiave della "Fondazione S. Elisabetta " sono l'assistenza e la cura di persone anziane e/o diversamente abili e la formazione e l´aggiornamento. Gestisce già da tempo istituzioni come la „Casa di Gesù“ di Cornaiano o il centro di formazione "Lichtenburg" di Nalles. Per la fine del 2017 è prevista l'inaugurazione del "Grieserhof" a Bolzano e per il 2021 della Casa di riposo a Rio Pusteria.

La Diocesi e molti istituti religiosi hanno fondato negli ultimi decenni per l'Alto Adige, per i suoi abitanti e per il loro sviluppo socio-culturale, diverse organizzazioni e strutture che seguono gli orientamenti dei loro fondatori e delle loro origini, valorizzando gli ideali e i valori cristiani del mondo occidentale. In questo modo la chiesa mantiene anche in futuro le proprie responsabilità sociali.

 

Nel 1941 le Suore della Carità erano alla ricerca di una nuova sede per la provincia a sud del Brennero. Fu acquisito per questo motivo l`allora albergo "Fallgatter" di Quarazze ed il “Martinsbrunn”. La Clinica privata Fonte S. Martino ha avuto una storia molto movimentata, diventando prima una clinica per acuti con un reparto di maternità e in seguito un centro di riabilitazione e di cure palliative. La clinica era concepita dalle suore come il centro della loro attività sociale, come aiuto per i "poveri e i malati" e come sicurezza per la propria vecchiaia.

 

Come per molti altri ordini religiosi anche per le Suore della Carità di Merano, sono venuti a mancare i nuovi arrivi. La più giovane delle attuali 73 suore ha 69 anni. Rendendosi conto del peso della responsabilità nella gestione di un’azienda con oltre 100 dipendenti e per garantirsi una sicurezza anche nella la propria vecchiaia, le suore hanno cercato una soluzione per il futuro di Martinsbrunn.

 

La congregazione voleva salvaguardare il rispetto dei principi fondatori della Clinica Martinsbrunn, garantendosi al tempo stesso una serena vecchiaia. Uno dei loro principali obiettivi era quello di consegnare un`azienda sana e strategicamente ben posizionata. Negli ultimi cinque anni è stata sviluppata una strategia basata su analisi di mercato e su numerosi incontri e trattative con i responsabili delle decisioni politiche.

Martinsbrunn si svilupperà in futuro in quattro ambiti: residenza per anziani per 90 meranesi, Palliative Care, riabilitazione ambulatoriale e centro per la salute e la prevenzione. La ristrutturazione attuale, generosamente sovvenzionata dalla Provincia di Bolzano e dal Comune di Merano, eseguita senza interruzioni, è già in fase avanzata e la fine dei lavori è prevista per il tardo autunno 2018.

Parallelamente al riposizionamento strategico e strutturale dell`edificio sono state sondate diverse strategie in accordo con la Casa Madre e il Consiglio Generale delle Suore della Carità di Innsbruck per consegnare Martinsbrunn in buone mani. È stato un lungo e faticoso processo decisionale.

 

La Superiora Provinciale, suor Elisabeth Pfattner è molto contenta quando dice: "La decisione di affidare la guida di Martinsbrunn alla Fondazione S. Elisabetta ci ha tolto veramente un grosso peso. Sappiamo di aver messo Martinsbrunn in buone mani. I posti di lavoro sono garantiti, noi suore abbiamo una sicurezza per la nostra vecchiaia. I nostri valori e ideali saranno seguiti anche in futuro. Sono grata a tutti coloro che hanno preso parte a questo processo decisionale e che ci accompagneranno su questa strada.".

 



Casa di Cura privata Martinsbrunn   ·   Via Laurin 70   ·   I-39012 Merano   ·   IT02651810216 · Impressum · Links · Amministrazione trasparente · Cookie